Accelera la corsa all’intelligenza artificiale, Musk annuncia un supercalcolatore per xAI

Elon Musk ha annunciato l’intenzione di creare entro l’autunno del 2025 un supercomputer per supportare lo sviluppo della sua start-up xAI, dedicata all’intelligenza artificiale. Lo riportano varie fonti, tra cui The Information.

Inoltre, “Elon Musk ha dichiarato pubblicamente che la sua start-up di intelligenza artificiale xAI avrà bisogno di 100.000 semiconduttori specializzati per formare ed eseguire la prossima versione della sua IA conversazionale Grok“.

E ancora, è stato riferito che Musk ha dichiarato agli investitori che “una volta terminati, i gruppi di chip connessi” del produttore Nvidia “saranno almeno quattro volte più grandi” di quelli attualmente esistenti, come quelli “costruiti da Meta Platforms per addestrare i suoi modelli di IA”. A tal proposito, xAI potrebbe collaborare con il gigante della tecnologia Oracle.

Poi, questo supercomputer “richiederebbe una spesa di miliardi di dollari. Tuttavia, potrebbe aiutare la start-up, che ha un anno di vita, a recuperare il ritardo rispetto ai suoi rivali più anziani e meglio finanziati, che prevedono anch’essi cluster di chip IA di dimensioni simili per il prossimo anno e cluster molto più grandi in futuro”, ha osservato ancora il sito specializzato.

Grok

All’inizio di novembre, Musk ha presentato Grok, un chatbot di IA generativa simile a ChatGPT, con accesso in tempo reale “alle conoscenze del mondo tramite la piattaforma X”, un “vantaggio unico e fondamentale” secondo il sito di xAI, già accessibile agli utenti premium dell’ex Twitter.

xAI

Il dirigente di Tesla, SpaceX, X e Neuralink ha creato xAI nel luglio 2023, in reazione all’ascesa di OpenAI, che ha reso popolare l’intelligenza artificiale (IA) generativa.

Musk, tra l’altro, aveva co-fondato proprio OpenAI nel 2015 insieme a Sam Altman e altre persone, con lo statuto di organizzazione senza scopo di lucro e con l’obiettivo di fare ricerca open source e di non lasciare che Google dominasse questa tecnologia importante.

Tuttavia, successivamente ha lasciato l’organizzazione e ora è uno dei critici più severi della società. Fonte: Frenchweb.

Questo contenuto è stato scritto da un utente della Community.  Il responsabile della pubblicazione è esclusivamente il suo autore. 

Leggi anche questi articoli